Infiorata di Noto 2021. La 42° edizione

Ogni anno l’evento più atteso nel val di Noto è  l’Infiorata di Noto, quest’anno con la 42° edizione.
Rispetto all’edizione 2020, la novità dell’Infiorata 2021 è la presenza del pubblico. L’anno scorso, durante il lockdown nazionale, l’Infiorata si è svolta comunque, ma senza che nessuno potesse ammirarla passeggiando su via Nicolaci.

La 42esima Infiorata di via Nicolaci si farà e sarà un omaggio a Dante Alighieri. Si svolgerà dal 14 al 16 maggio, nel massimo rispetto delle normative anticontagio da Covid-19, privilegiando ancora una volta il messaggio di forza, speranza e resilienza che Noto vuole mandare al Mondo intero, come già successo con l’edizione 2020 dal tema “La Bellezza è più Forte della Paura”.
infiorata noto 2021

Ogni anno, dal 1980, la terza settimana di maggio, Noto si trasforma in un giardino di fiori. La manifestazione è nata dall?incontro di artisti infioratori Genzanesi e Netini, ed è proprio nella città di Genzano, in provincia di Roma, che si sviluppa questa nuova tecnica pittorica. Via Corrado Nicolaci è la via dove nasce l’infiorata, l’impatto è forte, in alto la Chiesa di Montevergini che si contrappone al palazzo del Principe Nicolaci “Villa dorata”, con i balconi che sono stati definiti da molti i più belli del mondo.

Oggi l’infiorata di Noto è considerata tra le più belle manifestazioni dell?intera Isola.

Il venerdì, nel pomeriggio, ciascuno degli artisti vincitori del concorso per l’ideazione dei bozzetti ispirati a temi che variano, di anno in anno, dalla mitologia all’arte sacra, al folklore locale, ecc., prende possesso del riquadro assegnatogli tra i sedici a disposizione sui lastroni di lava che pavimentano la via Nicolaci.

Inizia allora la prima fase della tessitura artistica con autori e infioratori intenti a tracciare con appositi gessetti le sagome dei disegni, primo abbozzo dell’equilibrio armonico di forme e colori che si prefiggono di realizzare. Il lavoro comincia nel primo pomeriggio del sabato e si sviluppa fino al completamento, il più delle volte fino al primo mattino della domenica.

La domenica mattina comincia allora il concorso popolare che andrà intensificandosi fino a tarda sera: una interminabile processione che mai mette a dura prova, tuttavia, la pazienza dei partecipanti. Resteranno, per molto tempo ancora, i disegni dei bozzetti che, però, conosceranno una rinnovata edizione l’anno successivo. Secondo le ultime stime si parla di centinaia di migliaia di turisti che ogni anno affollano la città barocca.

Oltre a poter ammirare questa opera d?arte, potrete assistere alle varie manifestazioni musicali, culturali e di danza che si svolgeranno in quei giorni in vari punti della città, a pochi metri dall?Infiorata e ai piedi della splendida Cattedrale barocca di Noto.